Psicodiagnostica

psicodiagnostica

 

Il termine "Psicodiagnostica" fu introdotto nel 1932 dallo psichiatra svizzero Hermann Rorschach per descrivere quello che è stato e rimane tuttora il Test più completo, sofisticato e complesso, frutto di una sua intuizione geniale: il Rorschach’s Test ("Psychodiagnostik").
Attualmente, l’Indagine Psicodiagnostica si connota come una modalità d’intervento specialistico nel più ampio contesto della Diagnosi Psicologica ed è riferibile ad un processo che si avvale di strumenti e tecniche d’indagine che fungono da supporto "oggettivo" alle inferenze cliniche tratte dal colloquio clinico.
Detti strumenti consentono, infatti, di oggettivare il maggior numero di esperienze soggettive  (comprese quelle legate a dinamiche e tendenze inconsce che spesso regolano o determinano certi comportamenti e/o che sono alla base di eventuali disturbi) di un individuo, fornendo quindi un valido supporto nella stesura del profilo o nella descrizione della struttura di personalità di un soggetto.